IMPRENDITORE, MANAGER O DIPENDENTE: CHI VUOI ESSERE?

SE HAI O STAI APRENDO UN BAR DEVI CONOSCERE IL TUO RUOLO.

E NO, non puoi essere imprenditore, manager E dipendente. Così come non puoi essere generale, maresciallo E soldato semplice.

Perché questo vorrebbe dire fare confusione. Vuol dire disperdere le energie e non dedicarti a fare le cose che richiede il tuo ruolo.

Ogni bar, ma più in generale ogni tipo di business, ha una struttura interna, un organigramma, una gerarchia. Esattamente come un corpo armato degno di tale nome e tu devi rispettarla perché non farlo significa firmare la tua resa ancora prima di essere entrato in guerra.

Sempre più spesso, ovunque guardo, vedo confusione, ma soprattutto vedo il mito del supereroe.

Che cos’è?

Semplice, è la convinzione che più cose fai e più guadagnerai.

Questa è una delle visioni più pericolose per chi apre un locale, perché con questa convinzione ti ritroverai a fare tutto e anche di più illudendoti di risparmiare.

Farai l’imprenditore, il manager e anche il dipendente. Quindi ti troverai a far quadrare i conti, pianificare le strategie di lavoro e pulire i cessi, tutto nello stesso giorno.

Questo NON ti rende un eroe, uno che lavora sodo e QUINDI sarà ricco.

Questo ti rende automaticamente un perdente.

Più cose fai e meno ti concentrerai su ognuna di esse. Quindi farai tutto male e nel giro di poco il tuo business sarà un macello e ti troverai costretto a chiudere.

Non dico che sei uno stupido destinato al fallimento, soldato. Dico che sei confuso e che questa confusione, se non inizi a vederla chiaramente, ti porterà dritto, dritto nel baratro.

Prova ad immaginare un esercito in cui il Generale, oltre a comandare le azioni dei suoi sottoposti, è tutto impegnato a caricare le palle di cannone, spara ai nemici e cura i feriti sul campo… Se LUI che dovrebbe guidare gli altri non è concentrato sull’analizzare l’andamento della battaglia in corso per adattare la strategia da intraprendere, ci sarà un solo possibile esito alla fine della guerra. E si chiama SCONFITTA.

Sono anni che seguo i locali e ormai una cosa mi è chiarissima:

CHIUNQUE APRE UN LOCALE HA LE IDEE TOTALMENTE CONFUSE.

Non sa il VERO motivo per cui sta aprendo, tanto per cominciare.

Ma soprattutto, non sa REALMENTE quale deve essere il suo ruolo e quindi quali sono i suoi compiti.

Ecco perché dopo poco che hai aperto ti sei ritrovato col fiato sul collo e, sentendo la pressione aumentare, hai cercato disperatamente nuovi clienti e nuovi dipendenti che ti permettessero di migliorare le cose.

Solo che, quando fai qualcosa nella confusione, cercare e trovare una soluzione è molto difficile.

E così inizi a lavorare 23h su 24 per cercare questi mitici clienti e questi mitici dipendenti che risolveranno tutti i tuoi problemi, ma non riuscendo a trovarli, alla fine cadi a terra sfinito.

E sai che succede? Il Bar non riapre più.

E dietro al Bar che non riapre più c’è la vita rovinata di famiglie intere.

Quando vediamo un Bar chiudere non pensiamo realmente mai a cosa sta succedendo a chi lo ha aperto.

Non riusciamo mai a cogliere il dramma che c’è dietro queste storie.

Io lo conosco, l’ho toccato da vicino più di una volta ed è per questo motivo che voglio aiutare tutti coloro che hanno o stanno aprendo un Bar. Perché non voglio che vivi il dramma che hanno vissuto tanti altri, e che magari stai già vivendo.

Se hai un bar o vuoi aprirne uno, voglio aiutarti perché so che ognuno di noi, e tu per primo ti meriti di avere successo nella vita.

Ma so anche che il successo non può capitarti e basta, non puoi lanciarti senza paracadute da un aereo e sperare di atterrare senza farti male.

Devi avere il tuo paracadute, devi essere sicuro che funzioni bene e devi saperlo usare.

Altrimenti la bomba sulla quale hai poggiato le chiappe esploderà e quando te ne renderai conto, sarà troppo tardi se non fai qualcosa subito!

Se gestisci un Bar devi sapere esattamente come fare PROFITTO, qual è il tuo ruolo all’interno del business e quali sono le azioni che devi mettere in atto per farlo funzionare come una macchina da guerra che macina soldi.

Hai davanti tanto lavoro e non devi perdere il tuo tempo a fare cose che non ti competono.

Se impari a fare strategie di guerra, ma poi decidi di metterti a sparare insieme ai cecchini perché hanno bisogno del tuo aiuto, non otterrai un risultato migliore. Anzi, probabilmente sarai la causa della sconfitta.

Tu devi sapere esattamente quali sono le cose che ti riescono meglio, le cose necessarie e le cose che solo tu DEVI e PUOI fare.

E allora facciamo un passo indietro: capiamo quali sono i 4 ruoli necessari che ogni bar deve avere.

Sì, i ruoli necessari non sono 3 come ti ho fatto credere anche io nel titolo di questo dispaccio, ma sono 4.

I 4 RUOLI NECESSARI DENTRO AL TUO BAR SONO:

IMPRENDITORE, MANAGER, DIPENDENTE E CLIENTE

imprenditore-manager-dipendente

Il ruolo da cui tutto parte è l’IMPRENDITORE e tu devi ricordarti costantemente che il tuo tempo e le tue energie devono essere dedicate quasi tutte a questo ruolo.

L’IMPRENDITORE non è una figura mitologica, ha delle competenze specifiche, il che significa che tu devi essere specializzato in 3 cose precise:

  1. Devi conoscere il Marketing

(devi avere la capacità di creare un sistema per vendere il tuo prodotto)

  1. Devi saper leggere i numeri della tua azienda

(devi avere la capacità di leggere il bilancio economico del tuo locale per capire se quello che stai facendo va bene)

  1. Devi creare e impostare le procedure

(devi avere la capacità di visualizzare ogni aspetto del ciclo di lavoro della tua attività e creare una procedura specifica che, chi lavora per te, deve eseguire)

Il MANAGER, invece, si deve occupare di verificare che tutto quello che tu hai preparato come imprenditore stia realmente funzionando.

Se stai iniziando con un Bar piccolo, ti concedo di poter fare contemporaneamente sia l’imprenditore che il manager ma solo fino a quando il lavoro di manager ti impegna poco tempo a settimana. Appena vedi che sta rubando troppo tempo al tuo lavoro come imprenditore devi assumere qualcuno che fa il manager al posto tuo.

Anche il MANAGER ha 3 competenze specifiche:

  1. Deve saper utilizzare gli strumenti che gli fornisci tu come imprenditore

(deve avere la capacità di eseguire le procedure senza fare di testa sua)

  1. Deve essere capace di trasmettere e spiegare le procedure agli altri collaboratori (cioè ai tuoi dipendenti)
  1. Deve verificare costantemente che le procedure vengono eseguite correttamente

Quello che invece NON devi mai fare, per nessun motivo, è il DIPENDENTE.

Il DIPENDENTE è quella persona che esegue le procedure e basta.

Perché non devi mai fare il lavoro del dipendente? Perché, eseguire le procedure, significa fare i caffè, fare i cocktail, stare in cucina e lavare i pavimenti. Queste attività, che ovviamente sono fondamentali per ottenere i risultati che tu hai previsto, richiedono tanto tempo e non puoi occupartene tu. Ripeti con me: NON PUOI OCCUPARTENE TU.

Se fai il dipendente, ti rimane poco tempo e quel poco tempo lo impiegherai per forza al ruolo di manager.

Indovina un po’, chi fa quindi l’imprenditore? Nessuno.

Ed è l’imprenditore che ha il compito di fare le uniche 3 azioni necessarie a generare Profitto.

Se queste azioni non le fa nessuno, è IMPOSSIBILE che il tuo Bar ti porti profitto alla fine del mese.

E se non ti porta profitto, chiudi.

Poi c’è l’ultimo ruolo, il CLIENTE.

Molti credono che il cliente è qualcuno che casualmente capita in un posto e spende dei soldi.

E molti infatti chiudono il proprio bar entro il primo anno di attività.

Il CLIENTE ha un ruolo fondamentale. Lui finanzia il tuo Bar con i suoi soldi.

Non puoi vedere la tua azienda da una parte e i clienti dall’altra.

Se fai così non puoi avere il controllo sui clienti e quindi non puoi fare nulla per fare in modo che il tuo bar lavori bene e incassi.

Se hai un bar o pensi di aprirlo e fare qualità o, peggio ancora, fare promozione e sconti, allora finirai molto presto a lamentarti dei dipendenti incapaci, dei clienti dalle braccine corte e perché non ci mettiamo anche il governo ladro?

Ma l’unica verità è che non hai fatto il lavoro dell’imprenditore e quindi sei automaticamente fallito dal giorno stesso in cui hai aperto.

Era solo un fatto di tempo, mediamente 3 anni.

Ed è proprio in quel momento che ti ricorderai di me e delle mie parole ma, ormai, sarà troppo tardi.

Se invece lo capisci ORA, sei ancora in tempo per mettere mano al tuo business e strutturarlo nel modo corretto.

Come?

Facendo domanda di ammissione per il Circolo degli Ufficiali di BAR WARS, la formazione continua per diventare imprenditori del settore bar con i controcoglioni!

Sei pronto?

Chiedi ora di essere ammesso al Circolo degli Ufficiali e mettere mano a tutte le video-strategie indispensabili per far funzionare DAVVERO il tuo locale. Clicca subito sul pulsante qui sotto!

Al tuo successo,

Luca Malizia

Generale di BAR WARS

Lascia un commento