Come guadagnare di più con il Cocktail Delivery

Dopo l’articolo in cui ho parlato delle alternative al cocktail delivery ho ricevuto parecchi messaggi. Molti dei nostri soldati si stavano muovendo secondo le indicazioni che ho proposto.

Potrei essere più fiero della mia truppa? Giuro di no. Perché non ho mai visto tanta forza di volontà e determinazione come in questo momento. E per questo sono fiero di ognuno di loro. Si, anche di te. Perché lottare non era la scelta più scontata.

Era più facile arrendersi e aspettare. Ma tu non lo hai fatto, hai tirato fuori le palle e hai iniziato a lavorare ancora più duramente di prima.

OBIETTIVO MINIMO: USCIRE INDENNI DA QUESTO MOMENTO DI CRISI

E prepararsi per puntare a molto di più!

So per certo che ce la farai. Perché quando un imprenditore lotta in questo modo e mostra così tanta forza, non ce n’è per nessuno! Si merita di vincere.

Ecco perché so che uscirai da questa crisi più forte di prima. Perché stai combattendo e perché con impegno e dedizione stai seguendo tutti i consigli che ti stanno arrivando da me e dagli altri Generali di BAR WARS.

In un momento del genere aiutarti a vincere è tutto ciò che mi interessa. E non perché sono un filantropo, ma perché come ti ho già detto tante volte, se coli a picco tu, fallisco anche io. E so che io e te faremo di tutto perché questo non succeda mai.

Oggi, visto che ho capito di che pasta sei fatto, voglio rilanciare. Ti faccio una proposta che ti farà fare un passo in più, ripagandoti dieci volte tanto.

Quello che ti sto per proporre ti farà raddoppiare, forse addirittura triplicare il numero dei tuoi clienti.

Per quanto sia facile vedere il bicchiere mezzo vuoto, io sono un eterno ottimista e credo che questa crisi, come tutte le più grandi crisi del passato, ci stia dando la possibilità di metterci alla prova. Di fare grandi cose che mai ci saremmo sognati di fare.

Ecco perché ti voglio parlare delle JOINT VENTURE.

Le Joint Venture, con questo nome figo così “ammmmericano”, sono un’ottima strategia da adottare in un momento del genere e ti spiego perché facendoti un esempio.

In guerra ogni potenza in gioco cerca il suo alleato. Vero o no?

E chi è di solito un alleato?

Un alleato normalmente ha delle caratteristiche che completano ed esaltano le nostre. Un alleato ci rende ancora più forti e aumenta le nostre possibilità di vittoria.

Quindi la domanda che ti faccio oggi è: tu hai già scelto i tuoi alleati per affrontare questa guerra, soldato? 

E se no, che diamine stai aspettando? La vuoi vincere questa guerra o no?!?

Come dici? Vuoi che ti dica chi sono questi fantomatici alleati..?

Molto semplice. I tuoi alleati sono ristoranti, rosticcerie, hamburgerie, sushi bar e qualsiasi attività che venda cibo nei pressi del tuo locale.

Una volta individuati i ristoranti con cui ti piacerebbe collaborare, possibilmente vicini alla tua attività, contattali e proponigli di unire le forze.

Lavorare insieme vi permetterà prima di tutto di proporre ai clienti un’offerta completa. Porterete così a casa loro cibo e cocktail abbinati per una degustazione che gli farà provare qualcosa di assolutamente nuovo.

Se è vero che non tutti stanno comprando un cocktail a domicilio, è ancora più vero che tutti stanno ordinando cibo e piatti a domicilio. Quindi, pensa a quante possibilità in più avresti.

Durante le prime settimane di quarantena ci siamo tutti un po’ riscoperti masterchef, ma dopo quasi due mesi di fermo, la stragrande maggioranza delle persone si è rotta le scatole di cucinare ed è tornata a cercare i propri ristoranti preferiti su JUST EAT.

E tu, caro cadetto, devi essere pronto a sfruttare questa opportunità per primo, unendo le forze con altre attività per offrire qualcosa di diverso, di nuovo. Qualcosa che nessuno sta offrendo. E che tutti vorranno provare.

Prima ti ho accennato che questo stratagemma ti avrebbe permesso di raddoppiare o addirittura triplicare il numero dei tuoi clienti. Hai già capito perché?

Semplicemente perché unendo le forze con uno o più ristoranti unisci anche i pacchetti clienti. Questo, se ci pensi, è uno strumento pubblicitario potentissimo. Portando un cocktail insieme a un hamburger, per dirne una, andrai ad attingere i clienti di quell’hamburgeria che potranno assaggiare anche i tuoi fantastici drink, e quindi decidere di venirli a provare dal vivo non appena si tornerà alla normalità. O di ordinare solo quelli a domicilio il prossimo sabato sera, perché no?!?

Allo stesso modo, i tuoi fedelissimi clienti potrebbero assaggiare il prelibato hamburger del ristorante che non avevano mai notato nonostante fosse nella tua stessa via. Eccolo qui il famoso WIN-WIN. SI vince sempre in due.

Capisci il potenziale di questa idea? Si tratta di uno strumento pubblicitario enorme a costo zero.

Sì, a costo zero, perché tu non devi pagare la commissione al ristorante per farti vedere dai suoi clienti, né lui deve pagarla a te. E’ un semplice scambio di “liste clienti” – se hai letto il piano di battaglia del Generale Contreas su questo specifico argomento sai di cosa parlo – che può portare solo benefici ad entrambi i partner.

E a meno che il tuo cocktail bar non si trovi sul cucuzzolo di una montagna senza nessun altro intorno, non hai motivi per non provarci! Mi sbaglio?

TI FACCIO UNA PROVOCAZIONE:

cosa ti impedisce di usare la stessa logica con una Spa, un negozio di abbigliamento o qualsiasi altra attività della tua zona che pensi sia in target con lo stile del tuo locale, proponendogli di aggiungere un servizio cocktail a ciò che vendono ai LORO clienti (ovviamente fatto da te)?

Loro ci fanno bella figura e magari si prendono una piccola commissione sul venduto, mentre tu servi più drink e ti fai conoscere dai clienti dei tuoi nuovi partner – che molto presto potrebbero diventare i tuoi…

Lo so che stai già ragionando su chi potresti coinvolgere in questa cosa, non lo negare! Ed è per questo che sei un grande!

Capisco anche le tue perplessità perché alcune attività ancora non hanno riaperto, ma proprio per questo, a maggior ragione, avranno voglia e bisogno di tirare fuori nuove idee e collaborazioni per ripartire:

QUINDI APPROFITTANE ORA, PERCHE’ DOPO POTREBBE ESSERE TROPPO TARDI!

Dopo torneranno alla loro routine, ai loro problemi quotidiani e inventarsi cose “strane” come una Joint Venture potrebbe essere percepita come una strategia impraticabile, quando in realtà è semplicissima. Basta aggiungere al proprio “menu” il prodotto o servizio di qualcun altro. STOP.

Cosa c’è di così complesso?

Fossi in te, io aprirei subito Google Maps e inizierei a selezionare i ristoranti e le attività con cui mi piacerebbe collaborare.

La guerra è sempre la stessa, ma ora hai le ARMI per vincerla.

Andrea Marini

Generale di BAR WARS

5 commenti su “Come guadagnare di più con il Cocktail Delivery”

  1. Tutto esatto, io e già da una settimana che ho unito il menù del mio bar con quello del mio ristorante, creando offerte alla portata di tutti.
    Questo permette di vendere i cocktail’s più facilmente, ed incrementare le entrate. Per non parlare del ritorno mediatico, se fatto bene!
    Grazie, mi avete dato conferma che sono sulla giusta strada.

    Rispondi
    • Felice di leggere le tue parole! Continueremo ad aggiungere nuovi tasselli nei prossimi giorni per migliorare sempre di più i risultati. Per il momento ottimo lavoro, soldato!

      Rispondi
  2. Io stavo pensando di proporre la produzione dei miei prodotti: dolciari, al vicino mc Donald poi purtroppo ha intensificato il suo locale con bar e muffin congelati. Peccato sarebbe stato un joint venture ideale

    Rispondi
    • Oserei dire perfetta, ma collaborare con delle catene di quel genere è davvero difficile visto che hanno dei parametri di gruppo che vanno al di là della predisposizione del singolo gestore. Comunque la strada è quella: pensare fuori dalle righe. Se gli altri non lo fanno, è un motivo in più per essere il primo.

      Rispondi

Lascia un commento