SEI PRONTO PER TORNARE IN GUERRA?

Sei pronto soldato?

Perché non so se i segnali ti parlano o sei stai andando a caccia di farfalle e non ti sei accorto di nulla, ma qui le cose si mettono male.

Non ti mentirò, la situazione in Italia non è per niente facile.

Si vocifera di un lockdown entro Natale anche se di questo passo temo che arriverà molto prima, e questo per molte realtà avrà un solo significato: il fallimento.

Non è facile vedere i proprio sogni, la propria fatica e il proprio sudore essere sconfitti e questo anche se il nemico è una fottuta pandemia che sta mettendo il mondo in ginocchio.

Parliamoci chiaro,

se non costruisci ora la tua trincea dalla quale difenderti e contrattaccare ti ritroverai molto presto a richiudere la serranda, stavolta per sempre.

Non è che mi piaccia essere così duro, ma devi capire e vedere chiaramente quello che ti aspetta se non fai qualcosa.

Se non inizi oggi stesso a preparare la tua strategia di guerra, sarà un bagno di sangue per te e per i tuoi collaboratori. E non parlo per catastrofismo, è abbastanza ovvio che succederà.

Domanda:

LE TUE CASSE RESISTEREBBERO A UN ALTRO LOCKDOWN?

Io penso di no, ma se anche la risposta fosse si, ti fa così piacere perdere i soldi che hai così faticosamente messo da parte? E soprattutto, reggeresti per quanto? 2, 3 mesi?

Ecco perché ti serve una strategia.

Perché è importante che tu, non solo esca da questa guerra infernale vivo. Devi anche uscirne bello stabile sulle gambe e sorridente.

Non è fantascienza, è solo il risultato che otterrai se, una volta tanto ascolterai i miei consigli e non aspetterai l’inevitabile pensando “ma sì, ho ancora tempo, ora ci provo”

No. Non hai tempo. Il tempo di aspettare e vedere che succede è bello che finito. Ma anche da un bel pezzo.

Quindi questo è più un ultimo avvertimento che altro.

Questa volta o inizi seriamente a seguire le strategie che io e gli altri Generali di BAR WARS ti stiamo dando, o altrimenti risparmia tempo e prepara subito le carte per dichiarare fallimento.

Se ti interessa salvare il culo e tenere in piedi il tuo business, è arrivato il momento di fare qualcosa.

E quel qualcosa non è un gioco di prestigio o una roba impossibile, è una cosa banalissima. è quello che farebbe chiunque essendoci già passato. 

Se tocchi un pentola e ti scotti le dita, che fai cerchi di prenderla nello stesso modo o acchiappi una presina per evitare di ustionarti?

E’ la stessa cosa.

Durante il primo lockdown sei rimasto nel buio della tua camera o con le chiappe sul divano ad aspettare che ci dicessero di che morte dovevamo morire, senza fare niente, lasciando che il tuo locale e le tue bottiglie prendessero polvere. 

Poi verso la fine, dopo che ho ripetuto almeno un centinaio di volte che era legale, hai fatto un po’ di Cocktail Delivery che non ha cambiato le sorti delle tue finanze, perché erano già state messe molto a dura prova e hai iniziato troppo tardi.

Quello che ti spiegavo all’epoca e che torno a spiegarti ora è che le persone che vengono a bere nel tuo locale, non è che con la pandemia e il lockdown sono diventati astemie.

Hanno iniziato a bere a casa, come tutti quanti, me compreso.

E allora se tu hai un locale e hai delle bottiglie, magari hai anche un barman o due che sanno il fatto loro!?!

Perché non usare questi Asset per risolvere un problema molto reale nella testa delle persone e fare cocktail delivery??

No?

Sarebbe da pazzi non farlo.

E’ stato scientificamente dimostrato che le situazioni di crisi portano l’essere umano a bere di più. Un po’ come il tuo amico che si è mollato con la ragazza e si è ubriacato malissimo per settimane.

Considera che gli italiani chiusi a casa col lockdown sono tutti come il tuo amico. E tu hai la soluzione.

Solo che se non farai niente e aspetterai per capire che succede, non caverai un ragno dal buco; se invece ti organizzi e inizi già da adesso a portare i cocktail a casa delle persone, sarai in una botte di ferro. E con te anche il tuo locale, i tuoi dipendenti e il tuo business.

Se ci pensi PRO BAR fa la stessa cosa, porta da sempre le attrezzature da lavoro al locale (o magari a casa) degli imprenditori come te per evitare di dover andare in giro per negozi a cercare shaker, mixing glass, bicchieri, affumicatori, essiccatori, metal pourer e qualsiasi altra cosa possa servirti.

Sorbendoti ore nel traffico e a fare inutile file alla cassa, con il rischio di non trovare nemmeno quello che cerchi e soprattutto rubando tempo prezioso al tuo vero e unico lavoro: far funzionare meglio il tuo locale!

E come è comodo per te ricevere tutto direttamente al locale, pensa quanto lo sarà per i tuoi clienti ricevere il cocktail direttamente sul divano. Ecco perché il Cocktail Delivery dovresti farlo sempre, non soltanto in vista del lockdown.

In ogni caso, ora la tua priorità è sopravvivere a qualsiasi coprifuoco verrà messo in atto da qui alle prossime settimane e questa volta devi essere molto più furbo dell’ultima. Organizzati per tempo in modo da essere pronto indipendentemente da quello che succederà. Anzi ti dico cosa farei io:

Io inizierei già adesso a fare delivery, perché aspettare?

Quando esco, io vedo sempre meno gente in giro, soprattutto con il numero di contagi dell’ultima settimana. Si respira PAURA e so per certo che la gente si sta già rintanando in casa per evitare di andare a sommarsi alla lista di positivi.

Quindi, visto che i clienti pian pianino smetteranno di venire da te, tu inizia da subito ad andare da loro.

E se non sai come comunicarglielo, perché nonostante tutto ancora non hai una lista clienti con mail e numeri di telefono, è ancora più importante che tu inizi a farlo adesso. 
In questo modo avviserai tutti quelli che vedono che stai ricominciando a fare Cockctail Delivery e che se non se la sentono più di venire spesso come prima, possono ordinare comodamente da casa.

Devo sempre esserci io a farti vedere l’ovvio, vero?

Lo faccio volentieri, ma solo se non ti limiterai a dire “cazzo ha ragione” senza poi alzare un dito!

Fai qualcosa da subito prima che sia troppo tardi. Prima di ritrovarti “inspiegabilmente” con il conto il rosso e la società chiusa.

Se da subito ti attivi e inizi a incentrare il tuo business sul cocktail delivery, sarai uno di quei pochi valorosi che a fine pandemia avrà il locale aperto e le tasche piene. E non sarà stata solo una questione di fortuna, ma ti sarai guadagnato ogni merito sul campo, come dovrebbe essere per un vero imprenditore!

Rispetto agli altri hai il vantaggio competitivo di poter seguire i consigli e le strategie di guerra di vari esperti nel mondo del bar business proprio qui, su BAR WARS. Sfrutta questa fortuna – questa sì che lo è davvero! – e non fare lo stupido.

Mi ringrazierai a pandemia finita con un buon cocktail, o magari una quota della tua società! 🙂

Brindo al tuo successo,

Andrea Marini

Generale di BAR WARS

Lascia un commento