SE VUOI VINCERE CON IL BAR, SMETTILA DI LAMENTARTI

E INIZIA A CAPIRE COME SI FA PERCHÉ È CHIARO CHE NON NE HAI IDEA

Questa mattina ero seduto in treno (mi piace spostarmi in treno, lo trovo rilassante e mi permette di osservare il comportamento di chi ho intorno a me, per questo è una cosa che faccio volentieri).

Quindi dicevo, ero seduto in treno e di fronte a me c’era una signora che aveva dei tic nervosi con la particolarità che ogni tanto faceva anche dei versi con la bocca.

Poi c’era un signore vicino a me che leggeva un libro e aveva un’espressione che mi ricordava molto un mio zio.

Un altro ragazzo stava con le cuffiette a sentire la musica mentre un altro ancora era praticamente infilato dentro il suo telefono: probabilmente stava scorrendo Instagram o Tik Tok.

E poi arriva lui, un signore di un certa età, con una cassa acustica sopra un carrellino, chitarra elettrica e microfono.

Non è la prima volta che lo vedo e già un paio di volte gli ho lasciato qualche moneta perché mi ha fatto piacere ascoltarlo, questa volta ha cantato “Azzurro”.

Oggi, quando ha finito e ha fatto il giro con il bicchiere in mano, nessuno gli ha lasciato qualcosa.

E lui, mentre usava una formuletta standard di “grazie per avermi ascoltato e per il disturbo”, a mezza bocca ha aggiunto: “grazie anche per la vostra indifferenza”.

Cosa significa questo?

Significa che nella sua testa, siccome ha suonato, chi l’ha ascoltato è tenuto a dargli qualcosa altrimenti è una brutta persona. Ha fatto una cosa solo per avere qualcosa in cambio in pratica.

Certo, lui non può concepire che magari uno sta leggendo un libro, un altro sta al telefono, un altro ancora è assorto nei suoi pensieri e nei suoi problemi: siccome hai fatto qualcosa automaticamente devono esserti dati dei soldi.

Quello che gli sfugge e che probabilmente sfugge anche a te, è che quando tu dai dei soldi a qualcuno, lo fai perché quella persona ha fatto qualcosa per te. Ti ha risolto un problema e ti ha migliorato la vita. Sbaglio?

Ti è mai capitato di dare soldi a qualcuno se non ha fatto niente per te?

Forse ti è capitato di farlo quando ti veniva offerto un servizio non richiesto, penso ad esempio ai lavavetri che mentre sei assorto al semaforo ti lavano il parabrezza e tu provi in tutti i modi a dirgli di non farlo, ma lui non ascolta e continua a pulire. Magari in quel caso, se un po’ funzionano i sensi di colpa su di te, gli hai lasciato comunque qualche moneta.

Ma di base non hai mai dato soldi a qualcuno che non abbia fatto qualcosa di utile per te, anche solo migliorarti la giornata.

Perché ti sto dicendo questo?

Perché mi cascano veramente le palle quando vedo quanta gente apre un Bar senza pensare neanche per un secondo che quel Bar deve essere veramente utile per qualcuno.

La maggior parte delle persone che apre un Bar lo fa pensando solo a se stesso, trascinato dall’idea che gli piacerebbe avere un Bar e dando per scontato che i clienti arriveranno perché “oh, ho aperto un bar!”.

E poi ti meravigli che non guadagni? Ma come ti viene in mente che le persone ti vengano a dare i loro soldi se il Bar lo hai aperto solo per il tuo piacere?

Ah giusto, non ci hai mai pensato.

Quindi ecco quello che devi fare:

SE VUOI APRIRTI UN BAR O UNA QUALSIASI ALTRA ATTIVITÀ, SOLO PERCHÉ È FICO O PERCHÉ TU SAI FARE IL BARISTA, LASCIA STARE.

Se invece vuoi aprire un Bar e portarti via i soldi dentro i sacchi della spazzatura, siediti e ascoltami bene soldato, perché il segreto che sto per svelarti potrebbe farti tremare le gambe.

SE FAI QUALCOSA CHE PER LE PERSONE È UTILE E GLI RISOLVE UN PROBLEMA, TI DARANNO IN CAMBIO I LORO SOLDI.

Lo so che ti sembra assurdo ma ormai sei grande, è ora che tu sappia come stanno veramente le cose in questa guerra in cui hai deciso di entrare.

Forse nessuno te lo ha mai detto e fino a oggi tu hai speso i tuoi soldi per comprare robe da vendere al banco che non ti servivano a nulla e non risolvevano alcun tipo di problema, al massimo te lo creavano tra stoccaggio, forniture e invenduti che ti hanno immobilizzato sempre più cassa.

Ma fidati di me, le persone che girano su questa terra sono un po’ come te, sono egoiste, e nel loro sato egoismo cedono i propri soldi solo a chi gli sta dando qualcosa di utile in cambio. Tu d’altronde hai aperto il tuo locale per soddisfare il tuo ego e guadagnare un botto, no?

Quindi direi che non c’è da offendersi, ma solo da guardare la realtà da un punto di vista diverso rispetto al solito.

Dai, ti lascio qualche secondo per riprenderti dopo questa notizia shock…

Allora, giusto per essere chiaro: che tu vuoi aprire un Bar perché sono 10 anni che fai caffetteria, perché pensi di essere un fenomeno a miscelare cocktail o perché non sai cosa fare nella tua vita: NON FREGA UN CAZZO A NESSUNO. Per il mondo puoi anche chiudere domani. E infatti è quello che succederà se non mi ascolti.

E se la pensi diversamente, stattene a casa e vedrai che non ti farai male.

Ora, se i bambini sono andati a letto e i pappemolli hanno chiuso questa pagina dicendosi che hanno ragione loro, perché la verità fa malissimo, posso finalmente parlare con te che sei rimasto.

Ti spiego come funziona il Business nel mondo reale.

Tu hai dei soldi in mano (che sono decisamente meno di quelli che stanno in giro nel mondo)

SOLDI TUOI < SOLDI MONDO

Le persone che vivono intorno a te (il resto del mondo) hanno in mano più soldi di quelli che hai tu e sono alla costante ricerca di soluzioni per i loro problemi o per le loro esigenze in generale.

Il gioco a cui vuoi giocare, se vuoi fare l’imprenditore, è uno e uno soltanto:

DEVI USARE I POCHI SOLDI CHE HAI IN MANO PER FARTI DARE INDIETRO PIÙ SOLDI DAL MONDO CHE STA INTORNO A TE

E perché ti dovrebbero dare più soldi di quelli che gli hai dato tu? Sono scemi?

No, non sono scemi, basta solo saperlo fare.

E allora come si fa?

Tu devi usare i tuoi soldi per dargli soluzioni e loro, per ringraziarti di avergli risolto un problema, ti daranno dei soldi indietro, più di quelli che hai usato tu per risolvergli il problema (se avrai fatto bene il tuo lavoro).

Quindi, tu usi i tuoi soldi per trovare e fornire la soluzione a 1 problema che tutta una categoria di persone hanno e tutti quelli che hanno quel problema ti daranno i loro soldi.

Se vuoi aprire un Bar, la tua attenzione deve essere tutta rivolta solo ed esclusivamente a questo.

Ti devi domandare: qual è quel problema che i Bar e i locali della mia zona non stanno risolvendo? Quante persone sarebbero felicissime se un Bar offrisse questo prodotto o questo servizio che nella mia zona nessuno offre?

Se hai trovato un problema che molti clienti dei Bar hanno e che nessun Bar ancora risolve, allora puoi aprire ed entrare in guerra.

Altrimenti stai buono, buono a casa!

In questo momento ti starai chiedendo quale cazzo di problema potrai mai risolvere, hanno inventato già tutto!?!

In realtà non è così perché tutto si trasforma, ti basta pensare a quello che è successo nel 2020 e a come sono cambiate le abitudini e i problemi delle persone.

Non è un caso che dopo ogni crisi, soprattutto quelle più gravi, ci sia una forte rinascita, proprio perché qualcuno si accorge di nuove opportunità, nuovi problemi da risolvere, e cavalca l’onda ottenendo risultati straordinari.

Semplicemente, non è così immediato capire quali sono questi problemi, perché se fosse così semplice saremmo tutti imprenditori di successo, no?

Però ti faccio un esempio.

Prendi la catena Trapizzino che ha aperto il suo primo punto vendita a Roma – tra l’altro in un locale di 40 metri quadi a esagerare – e che praticamente mette i piatti tipici romani infilati dentro una pizza bianca fatta a cono.

Cosa hanno fatto? Hanno pensato: certo che quando uno ha voglia di trippa o di lingua deve per forza sedersi in trattoria. Se vuole mangiare velocemente un piatto tipico romano magari camminando per strada non può.

BOOM!! Ecco il Trapizzino.

Quello che devi ricordarti bene è che non PUOI focalizzarti solo su quello che piace a te.

Quello che devi fare è:

  1. Trova un problema
  2. Valuta se c’è un bacino di persone abbastanza grande che ha questo problema specifico
  3. Scopri come risolverlo
  4. Crea una lista clienti con tutte le persone in target
  5. Comunica con loro

E se non hai la più pallida idea di come si faccia, allora forse è il caso che fai domanda per entrare nel Circolo degli Ufficiali di BAR WARS, il nostro capitolo più cazzuto e avanzato.

Ogni mese nel circolo vengono pubblicate ore e ore di video lezioni sul brand, il marketing, la vendita, la gestione e la pianificazione finanziaria, e in generale tutte quelle attività in cui ogni imprenditore, in qualsiasi settore, dovrebbe essere un mago. Anche se hai un bar, anzi, soprattutto se hai un locale che deve vendere costantemente al pubblico per rifinanziarsi, sopravvivere e puntare a crescere.

Purtroppo, se vuoi avere il tuo bar e tenertelo stretto, non puoi fare a meno di certe competenze e il Circolo nasce proprio per permettere a chi vuole ottenere di più, di poter usufruire di TUTTE le competenze mie e degli altri Generali di questo esercito, senza nessun filtro.

Stare anche pochi mesi nel Circolo degli Ufficiali significa avere l’opportunità di assorbire decine di ore che, impacchettate in un unico corso dal vivo, ti toglierebbero settimane di lavoro e svariate migliaia di euro. Ma tu, come nostro soldato, hai la possibilità di accedere con un costo irrisorio rispetto a quello che otterrai applicando sul campo ciò che imparerai, e lo potrai fare comodamente da casa, mentre sei in macchina o nel tuo locale collegandoti alla nostra piattaforma video in streaming.

Clicca sul pulsante qui sotto e fai domanda di ammissione per il Circolo!

Luca Malizia

Generale di BAR WARS

Lascia un commento