PERCHÉ SEI DESTINATO A PERDERE LA GUERRA SE TI OSTINI A PENSARE SOLO A COME SALVARTI IL CULO

Non c’è più tempo, quindi vado giù diretto: ma secondo te un soldato va in guerra perché si diverte? Ci va perché non vede l’ora? No, un soldato ci va per salvare i suoi cari. E se ci va per un qualsiasi altro motivo, stai certo che non farà mai un atto eroico perché, nel momento del bisogno, penserà a salvarsi il culo.

Se un soldato è un mercenario, se si batte solo per soldi, non sarà mai pronto a fare tutto ciò che è nelle sue mani per aiutare chi è in difficoltà e salvarlo dalla sua situazione.

E sai cosa significa questo? Che un esercito di mercenari, per quanto ben organizzati, non può mai vincere una guerra. Mai! Quando un esercito comincia a riempirsi di mercenari, allo stesso tempo la società che lo finanzia comincia inesorabilmente la sua decadenza. Nessun esercito di mercenari ha mai fatto grandi imprese. Mai!

Ora, cosa c’entra con la tua situazione? E se non lo comprendi definitivamente e subito, mi dispiace ma non hai speranze di vittoria.

Se tu lavori solo per i tuoi interessi. Se tu lavori solo pensando a come guadagnare di più. Se tu hai come unico obiettivo i cazzi tuoi. Indovina un po’ cosa succede? Che non hai mai a cuore gli interessi dei tuoi clienti. Che non pensi mai a cosa ci guadagnano loro ad avere una relazione con te. E di conseguenza i tuoi obiettivi non si occupano mai dei cazzi loro.

MAGIA! SE CHI TI DEVE FINANZIARE NON È INTERESSATO A CIÒ CHE FAI, AUTOMATICAMENTE IL TUO PROGETTO FALLISCE

E chi ti deve finanziare? I clienti. L’unica cosa per te realmente importante sono i tuoi clienti. Ma tu te ne sbatti letteralmente il cazzo. Vero o no?

Certo, ora mi dirai che tu hai molto a cuore i tuoi clienti, mica come certa roba che vedi in giro. E io ti dirò: “cazzate! Ti racconti cazzate!”

Non guadare i morti di fame che hai intorno. Sì, sono morti di fame, perché aprono un’attività solo per i cazzi loro e poi chiedono le elemosine perché non arrivano a fine mese.

Guarda in alto, guarda Jeff Bezos, il proprietario di Amazon. Lui ha un credo fortissimo che si chiama “working backwards”. Cosa significa? Significa che ogni singola cosa che fa prende come punto di partenza un focus ossessivo sulle esigenze del cliente e quindi “lavora a ritroso” per capire come innovare per soddisfare al meglio tali esigenze.

In parole povere, l’unico scopo aziendale è migliorare la vita delle persone che incontra: quella dei tuoi clienti, quella dei tuoi dipendenti e collaboratori e, di conseguenza, la tua perché permette a tutti gli altri di stare meglio. Chiunque ti sostiene quando ciò che fai gli migliora la vita.

Ora dimmi: se Amazon sparisse dalla faccia della terra in questo istante, quanti cazzi ci sarebbero? Torneremmo indietro di 40 anni. E non continuare a raccontarti cazzate: si stava meglio prima. Perché ogni volta che dici queste cose le dici senza renderti conto di quanto ormai dai per scontate certe cose che fino a pochi anni fa erano totalmente inimmaginabili. Sì, senza Amazon la tua vita sarebbe decisamente più complicata.

E ora dimmi: se il tuo locale sparisse dalla faccia della terra in questo istante, quanti cazzi ci sarebbero? Non dico a livello mondiale ma almeno a livello di quartiere. Quante persone si dispererebbero? Ecco, se il numero di disperati tende a zero, significa che il tuo locale non impatta in modo positivo sulla vita delle persone. Questa è la verità, prima la accetti e prima puoi iniziare a cambiare i risultati che ottieni.

L’UNICO SCOPO CHE DEVI AVERE COSTANTEMENTE IN TESTA E NEL CUORE È QUELLO DI MIGLIORARE LA VITA DEI TUOI CLIENTI

Quindi, per favore, riparti da qui. Prendi ogni singola cosa che fai e domandati: “come migliora questa cosa la vita dei miei clienti?”

Perché se tagli le spese, riduci il servizio, lo rendi sgradevole, e poi ti lamenti che la gente non viene e se viene spende poco, beh, devo dirtelo: sei un gran coglione.

E non cominciare con la solita lagna che la gente non spende. Perché quelli che secondo te non spendono stanno facendo ora una recensione negativa sul tuo locale usando il loro I-Phone da 1500€.

Se non c’è neanche una singola cosa che fai per migliorare la vita dei tuoi clienti, allora chiudi subito e limita le perdite. Perché è ovvio che fallirai: perché cazzo qualcuno dovrebbe finanziarti se tu non fai nulla per lui?

Se invece inizi a vedere che ci sono cose che effettivamente vengono molto apprezzate dai tuoi clienti e altre no, ecco: inizia a tagliare le cagate che hai infilato perché volevi semplificarti la vita e investi per potenziare le cose che invece per i tuoi clienti sono importanti.

Ti devi fare il culo per i tuoi clienti. Se non ti fai entrare in testa questa cosa, se continui a dirti che tu sei un uomo che ha dei diritti e che la gente non può pretendere allora, invece di farti il culo per far diventare la tua attività un’azienda di successo, finirai per ritrovarti la tua attività nel culo. Vedi tu, magari ti piace!

Smettila di fare il ragazzino che pretende che gli altri non possono pretendere. Qui non pretende niente nessuno. Ti porto i miei soldi, se ciò che fai non mi serve, smetto di portarteli. Tutto qui. Sei solo tu che pretendi che qualcuno ti porti i suoi soldi senza ricevere in cambio un prodotto e servizio che gli migliora la vita.

Devi svegliarti ora e capire che, se non ti stanno portando soldi, evidentemente ciò che fai non porta risultati utili alle persone che ti incontrano. E, se lo hai compreso, semplicemente devi iniziare a cambiare partendo dall’analisi di ciò che i tuoi clienti vorrebbero ottenere per sentire che la loro vita migliore..

SE I TUOI CLIENTI ARRICCHISCONO LA PROPRIA VITA QUANDO SONO DA TE, TORNERANNO SEMPRE DI PIÙ E TI FARANNO SEMPRE PIÙ RICCO

Le 4 azioni più importanti che devi fare ora:

  1. Segmenta il menù cominciando a offrire prodotti e servizi superior che vendi almeno al doppio del tuo classico menù
  2. Segmenta la lista dei tuoi clienti in base a qual è il loro scontrino medio
  3. Usa i soldi che ti rimangono dai margini più elevati che fai vendendo i prodotti e i servizi superior per investirli sui clienti stessi che li hanno comprati: invitali a tornare dandogli omaggi, invitali a tornare per provare un menù segreto riservato solo ai clienti top, riservagli la possibilità di avere un canale preferenziale rispetto agli altri quando prenotano creando la carta vip, ecc.
  4. Fai in modo che ogni volta che tornano sia un’esperienza superiore alla precedente

Quando pretendi qualcosa, non ottieni mai niente. Se tu pretendi che i tuoi clienti ti paghino perché devi campare, attirerai solo clienti che pretendono che tu devi dargli quello che chiedono pagando il meno possibile, perché anche loro devono tirare a campare. E, indovina un po’, finite tutti e due a fare una vita povera.

Occupati solo ed esclusivamente di migliorare ogni giorno la tua capacità di servire i clienti e attirerai solo persone pronte a pagare quello che chiedi, perché sentono che la loro esperienza con te è un surplus per la loro vita.

Luca Malizia

Generale di BAR WARS

Lascia un commento